Ricerca Avanzata
Visite
1321
Data aggiornamento: 2012/04/22
Domanda concisa
Nel nobile versetto: "وَمَنْ عَادَ فَینتَقِمُ اللّهُ مِنْهُ وَاللّهُ عَزِیزٌ ذُو انْتِقَامٍ" “Ma Allah si vendicherà sui recidivi. Allah è potente e padrone della vendetta”, qual è la causa della vendetta?
Domanda
Nel nobile versetto: "وَمَنْ عَادَ فَینتَقِمُ اللّهُ مِنْهُ وَاللّهُ عَزِیزٌ ذُو انْتِقَامٍ" “Ma Allah si vendicherà sui recidivi. Allah è potente e padrone della vendetta”, qual è la causa della vendetta?
Risposta concisa

Il versetto citato (95) nella domanda è il seguito dei versetti precedenti della sura al-Ma'ida (5), che stabiliscono il divieto di caccia durante lo stato di ihram. In questo punto Iddio dice che si vendicherà’ di coloro che trasgrediscono il Suo limite - il divieto di caccia durante lo stato di ihram - e cacciano mentre sono in questo stato. La causa della vendetta di Dio è quindi la recidività nel peccato[1]. Se qualcuno ripete l’atto vietato di cacciare durante lo stato di ihram, Iddio si vendicherà di lui. Questo versetto mostra che il peccato di questo atto è talmente grande, che per coloro che lo ripetono, non c’è rimedio. In un primo momento (cioè se compiuto solo una volta) si risolve rimediando con l’espiazione (kaffarah) e con il pentimento, però ripetendo questo atto, Iddio si vendicherà dei trasgressori, perché Egli è Iddio, l’Invincibile e Padrone della vendetta; queste parole mostrano la grandezza del peccato del servo[2].

 

Questa domanda non ha una risposta dettagliata.

 


[1] Muhammad Javad Mughniyyah, Tafsir al-Kashshaf, vol. 3, pag. 128, Dar al-kutub al-islamiyyah, Teheran, 1424 AH.

[2] Cfr.: Seyyedeh Nosrat Amin, Makhzan al-Erfan dar Tafsir-e Qor'an, vol. 4, pag. 385, Nehdhat-e zanan-e mosalman, Teheran, 1982.

 

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

  • Com’è possibile la rivelazione di una religione globale atta a soddisfare tutti i bisogni per la beatitudine umana?
    1091 Teologia moderna 2010/06/30
    Per risolvere questo problema dobbiamo riflettere sulla condizione dell’essere umano per concludere se in realtà l’essere umano è in fase di mutamento, e se tutti i suoi aspetti sono soggetti a modifiche; oppure, se dietro questa pelle mutabile, vi è un nucleo stabile; quella stessa essenza che collega il suo ...
  • Nell’Islam è stato considerato il benessere? Qual è il limite all’utilizzo dei beni?
    902 Etica pratica 2011/06/08
    Parte degli insegnamenti islamici rientra nei principi della religione che col passare del tempo non mutano in alcun modo e, tutti, in qualsiasi epoca, devono rispettarli, come per esempio l’unicità di Dio, la profezia del Profeta (S), la realtà della resurrezione, la giustizia divina, compiere ciò che è obbligatorio, aiutare ...
  • Una vita vissuta per Dio, che caratteristiche deve avere? Non è in contrasto con la vita odierna?
    1096 Etica pratica 2012/03/04
    Se consultiamo il Corano e poniamo al Corano stesso la domanda: “Noi per che cosa siamo stati creati?”, la risposta del Corano sarà questa: “È solo perché Mi adorassero che ho creato i jinn e gli uomini”. Cosa significa adorazione? Adorazione significa servitudine nei confronti di Dio, cioè quello che ...
  • Nel versetto: "فَمَنِ اعْتَدَى بَعْدَ ذَلِكَ فَلَهُ عَذَابٌ أَلِیمٌ" “Chi poi trasgredirà, avrà doloroso castigo!”, qual è il significato di “chi poi trasgredirà”? E per quale ragione promette tale castigo?
    1370 Esegesi 2012/04/15
    Una delle norme del pellegrinaggio alla Mecca, sia obbligatorio che meritorio ('umrah), proibisce la caccia durante lo stato di ihram[1]; i versetti novantaquattro e quello successivo della sura Ma'idah (5) indicano proprio la questione citata, ovvero il divieto di cacciare animali terrestri e acquatici durante l’ihram. Prima di spiegare cosa ...
  • Perché la sura Al-Baqara è stata chiamata in questo modo?
    418 Scienze Coraniche 2014/04/20
    Il nome della sura Al-Baqara è dovuto alla vicenda narrata nei versetti, che vanno dal sessantasettesimo al settantunesimo, dove si menziona l’episodio della baqarah (bovino) della tribù di Israele: "وَ إِذْ قالَ مُوسى‏ لِقَوْمِهِ إِنَّ اللَّهَ يَأْمُرُكُمْ أَنْ تَذْبَحُوا بَقَرَةً قالُوا أَ تَتَّخِذُنا هُزُواً قالَ أَعُوذُ بِاللَّهِ أَنْ أَكُونَ مِنَ الْجاهِلين‏" «E ...
  • Che cosa s’intende per alba vera e alba apparente?
    1075 Diritto e Precetti 2011/05/08
    Le locuzioni alba vera e alba apparente appartengono alla terminologia della giurisprudenza e dell’astronomia islamica, con esse s’intendono due momenti specifici della giornata. L’alba apparente inizia quando si scorge un chiarore da oriente e in tale momento non si può ancora recitare la preghiera dell’alba. L’alba vera incomincia quando quel ...
  • Quali sono i diversi livelli della religione?
    1240 Filosofia della religione 2010/07/17
    I principali stadi della religione sono:a.             La religione nafs al-amri: ciò che è presente nella sapienza divina e nella provvidenza di Dio per guidare l’essere umano verso la beatitudine. In altre parole la religione nafs al-amri è il percorso tra l’origine e la fine dell’essere umano.b.            La religione rivelata: ciò ...
  • Quale sura fu accompagnata da settantamila angeli al momento della sua rivelazione?
    1226 Esegesi 2012/07/25
    Secondo quanto riportano gli hadìth, fu una prerogativa della sura al-An'am. Al riguardo l’imam Sadiq (A) disse: “La sura al-An'am fu rivelata tutta in una volta, mentre settantamila angeli la accompagnavano nella discesa verso il profeta Muhammad (S). Pertanto onoratela: infatti in essa è riportato settanta volte il nome più magnificente ...
  • Quali fattori invalidano la preghiera?
    1122 Diritto e Precetti 2012/07/08
    I fattori che invalidano la preghiera sono dodici e vengono definiti mubtilat. La scomparsa di uno dei requisiti durante la preghiera. La comparsa di fattori, durante la preghiera, che annullano il wudhu o il ghusl. Appoggiare le mani una sull’altra sul petto durante la preghiera. Dire amin dopo aver recitato la sura Al-Hamd (la ...
  • Quali soluzioni pratiche consigliate per raggiungere l’intelletto religioso?
    881 Etica pratica 2011/05/22
    Bisogna dire che tra il sapere, la fede e la pratica vi è un legame perenne. L’essere umano raggiunge l’intelletto religioso quando mette in pratica ciò che capisce e conosce. Negli hadìth è stato riportato: “Praticate ciò che conoscete affinché non abbiate più bisogno di ciò che non conoscete”. ...

Le più visitate

  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    7105 Esegesi 2010/11/08
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.Con il termine cuore in questo ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    6458 Etica pratica 2011/08/04
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto di questo percorso paludoso e putrido, costituisce ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    5142 Teologia antica 2011/02/08
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano nei libri sunniti, non hanno una ...
  • Come si può curare l’invidia?
    4938 Etica teorica 2011/08/13
    L’invidia è un’inclinazione dell’animo per cui ci si sottovaluta, in seguito alla quale l’individuo desidera che un’altra persona non abbia un bene che possiede.Per guarire da quest’attitudine si consigliano le seguenti soluzioni:1.     Riflettere sui danni che l’invidia provoca sull’anima, la psiche, la religione e l’aldilà.2.     Rafforzare la fede in Iddio.3.     ...
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    4271 Teologia antica 2011/01/20
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello sciismo rispetto alle altre scuole islamiche, riguarda la questione ...
  • Spiegate, in base alle varie esegesi, il significato del versetto 256 della seconda sura (al-Baqarah) del Corano: “Non c’è nessuna costrizione nella religione ...”.
    4102 Teologia antica 2010/08/14
    In base alle varie esegesi, in totale sono state esposte cinque opinioni sul significato di questo nobile versetto. L’opinione corretta è la seguente: “Il versetto esprime un messaggio generale, universale e umano, ovvero che la religione è una questione di credo e cuore, la costrizione e l’obbligo sono impossibili e ...
  • Il Diavolo (Iblis) è un angelo o un jinn?
    4066 Esegesi 2010/11/22
    Esistono diverse opinioni riguardo alla questione se il Diavolo sia un angelo o un jinn.La fonte di questa discordanza la troviamo nella narrazione della creazione di Adamo (pace su di lui) quando gli angeli, su ordine di Dio, si prosternarono di fronte ad Adamo mentre Satana disobbedì.Coloro che affermano che ...
  • Cos’è lo sharab tahur (bevanda purificante)?
    3696 Teologia antica 2010/10/07
    Sharab nella terminologia araba significa bevanda e tahur ciò che è puro e purifica. Dai vari versetti del Corano si comprende che in Paradiso sono presenti diverse bevande salubri, pure e di qualità diverse. In un versetto del Corano è stato utilizzato il termine sharab tahur: “E il loro Dio ...
  • Il detto dell’Imam Alì (A): “Abbandonatemi e cercato qualcun altro all’infuori di me!”, non è in contrasto col credere che l’imamato sia un incarico divino?
    3437 Teologia antica 2011/02/08
    Il fatto che l’incarico dell’imamato e della wilayah di Alì (A) sia da parte divina e Iddio lo abbia scelto per questo, è stato dimostrato con validi e sicuri motivi. Riguardo al significato del detto di Alì (A): “Abbondonatemi e cercato qualcun altro all’infuori di me!”, dobbiamo ricordare che nonostante ...
  • Chi era la tribù di Gog e Magog? Che fine ha fatto? Come reagì Zu al-Qarnayn di fronte ad essa?
    3263 Esegesi 2011/05/09
    Dall’insieme dei versetti del Corano, delle informazioni della Bibbia e delle testimonianze storiche, si può concludere che queste popolazioni risiedevano nei territori nord-asiatici e con le loro barbare invasioni sconvolgevano i territori meridionali e occidentali. Grazie alla barriera di Zu al-Qarnayn, la loro invasione fu fermata per lungo tempo ma ...

Links