Ricerca Avanzata
Visite
960
Data aggiornamento: 2012/05/16
Domanda concisa
A che cosa si riferiscono le parole saduqatihinna e ajurahunna presenti nel Corano?
Domanda
Che cosa riguardano le parole saduqatihinna e ajurahunna presenti nel Corano?
Risposta concisa

La parola saduqatihinna[1] è utilizzata nel contesto del matrimonio a tempo indeterminato, il cui dono nuziale (mahr) è stato chiamato sadaq[2]. Il versetto che contiene questo termine si riferisce ad un ovvio diritto delle donne, e sottolinea che il marito è tenuto a pagare il dono nuziale della moglie[3], a meno che ella non vi rinunci[4].

Inoltre questa parola in modo implicito indica la sincerità (in arabo sidaqat) nell’atto del matrimonio[5].

La parola “ajurahunna[6], invece, riguarda la questione del matrimonio a tempo determinato (mut'ah) e dice: “Per le donne che sposate a tempo determinato, il dono nuziale deve essere pagato obbligatoriamente”[7].

 

Questa domanda non ha una risposta dettagliata.

 


[1] Sacro Corano, 4:4:

"وَ آتُوا النِّساءَ صَدُقاتِهِنَّ نِحْلَةً فَإِنْ طِبْنَ لَكُمْ عَنْ شَيْ‏ءٍ مِنْهُ نَفْساً فَكُلُوهُ هَنيئاً مَريئاً"

“E date alle vostre spose il loro dono nuziale, come sincero dono. Se esse, di propria spontanea volontà, ve ne donano una parte, godetevela pure e che vi sia sana e dolce”.

[2] Naser Makarem Shirazi, Tafsir-e Nemuneh, vol. 3, pag. 262, Dar al-kutub al-islamiyyah, Teheran, prima stampa, 1995 AH; Seyyed Mohammad Hosseyn Tabatabai, Al-Mizan fi Tafsir al-Qur'an, vol. 4, pag. 169, Daftar-e entesharat-e eslami, Qom, quinta ristampa, 1417 AH.

[3] Naser Makarem Shirazi, Tafsir-e Nemuneh, vol. 3, pag. 262, Dar al-kutub al-islamiyyah, Teheran, prima stampa, 1995 AH; Seyyed Amir Abul-Futuh Hosseyni Jorjani, Ayat al-Ahkam, ricerca: Mirza Valiollah Eshraqi Sarabi, vol. 2, pp. 329 e 330, Entesharat-e Navid, Teheran, prima stampa, 1404 AH.

[4] Seyyed Amir Abul-Futuh Hosseyni Jorjani, Ayat al-Ahkam, ricerca: Mirza Valiollah Eshraqi Sarabi, vol. 2, pag. 330, Entesharat-e Navid, Teheran, prima stampa, 1404 AH; Fadhl ibn Hasan Tabarsi, Majma' al-Bayan fi Tafsir al-Qur'an, prefazione di Mohammad Javad Balaghi, vol. 3, pag. 12, Entesharat-e Naser Khosro, Teheran, terza ristampa, 1993.

[5] Seyyed Mohammad Hosseyn Hosseyni Hamedani, Anvar-e Derakhshan, ricerca: Mohammad Baqer Behbudi, vol. 3, pp. 342 e 343, Ketabforushi-e Lotfi, Teheran, prima stampa, 1404 AH.

[6] Sacro Corano, 4:24:

"... فَمَا اسْتَمْتَعْتُمْ بِهِ مِنْهُنَّ فَآتُوهُنَّ أُجُورَهُنَّ فَريضَةً ..."

“alle donne che sposate a tempo determinato,  dovete obbligatoriamente versare a esse il loro dono nuziale”.

[7] Naser Makarem Shirazi, Tafsir-e Nemuneh, vol. 3, pag. 335, Dar al-kutub al-islamiyyah, Teheran, prima stampa, 1995 AH.

 

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

  • Che cos’è la vicinanza (qurb) a Dio? Quanti tipi ne esistono? Come si raggiunge?
    1132 Gnosi pratica 2010/10/17
    Il termine arabo qurb letteralmente significa la vicinanza di una cosa a un’altra, e può essere a volte spaziale e a volte temporale. Inoltre, è comunemente utilizzato con il significato di “possedere rango o potere presso altri”.I tipi di qurb dal punto di vista filosoficoDal punto di vista filosofico qurb ...
  • Giacché Iddio non può essere visto, qual è il significato del termine “la­mahjubun” nella sura al-Mutaffifin?
    955 Esegesi 2012/04/04
    L’utilizzo del termine hijab non è necessariamente legato al suo significato materiale[1], poiché tenendo presente le argomentazioni razionali e scritturali, non possiamo considerare Iddio materiale. Pertanto l’impiego del termine hijab nel nobile versetto in questione, non ha una valenza materiale, così come pure in altri versetti non è stato utilizzato ...
  • Da dove trae origine la wilayah degli Infallibili (a)?
    950 Teologia antica 2010/07/17
    Quattro sono le vie per dimostrare la wilayah degli Infallibili (a): il Libro (il Corano), la sunnah (gli hadith o tradizioni), l’intelletto e l’ijma' (il consenso della maggior parte dei sapienti islamici).L’ijma' dei sapienti sciiti, senza dover ricorrere alle fonti, è talmente chiaro che anche i sapienti delle altre scuole ...
  • Quali sono le soluzioni idonee ed efficaci per praticare appieno le proprie conoscenze?
    735 Etica pratica 2011/05/18
    In base ai principi islamici la scienza ritenuta utile è quella da cui nascono buone azioni. Nonostante ciò, vediamo che alcuni sapienti trascurano le buone azioni; questo comportamento può essere causato da vari motivi: essi hanno imparato solamente dei concetti ma non sono dei veri sapienti; hanno calpestato il proprio ...
  • Potete spiegare la commemorazione di Arba'in per l’imam Husayn (A)?
    941 تاريخ بزرگان 2012/08/23
    Riguardo alla cerimonia di Arba'in, ciò che è stato riportato nella nostra cultura religiosa, è di commemorare il quarantesimo giorno dopo il martirio del Signore dei Martiri (A), corrispondente al ventesimo giorno del mese di Safar. L’imam Hasan al-Askari (A) in un hadìth elenca cinque segni del credente: cinquantuno raka'h ...
  • Vi sono versetti del Corano o du'a per aver successo e aumentare il rendimento nello studio?
    1140 Etica pratica 2011/08/20
    Lo studio consiste nell’osservare una cosa con precisione e attenzione per capire e ottenere informazioni. Perciò ogni lettura priva di queste caratteristiche non è considerata “studiare”. È ovvio che lo studio, come ogni altra azione, richiede il rispetto di certe condizioni tramite cui ottenere un rendimento utile e ambito.I requisiti ...
  • Il Corano è il miracolo dell’ultimo Messaggero di Dio (s), quali sono i suoi aspetti miracolosi?
    1380 Scienze Coraniche 2010/08/25
    Sono stati citati tre aspetti miracolosi del Corano: letterale, contenutistico e dal punto di vista del suo latore.1.     L’aspetto miracoloso letterale del Corano è di due tipi:a.     La sua eloquenza – Il metodo espressivo del Corano è tale che nessun discorso di un essere umano, nemmeno del nobile Messaggero (s), ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    951 Diritto e Precetti 2010/08/16
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è il suo pensiero ...
  • L’essere umano, nelle proprie azioni, è libero di scegliere? In caso di risposta affermativa, quali sono i suoi limiti di scelta?
    1003 Teologia antica 2010/07/22
    Molto spesso, nella vita, ci troviamo soli ed estranei in un percorso. Una via nella quale non abbiamo altra scelta se non quella di andare avanti. Esiste la strada degli eventi fissi e prestabiliti della nostra vita: razza, nazionalità, famiglia, altezza, fisico, lingua, ecc.; però dalla parte opposta, tante volte, ...
  • Quali azioni rendono bello e luminoso l’essere umano?
    709 Etica pratica 2011/08/20
    Dal punto di vista islamico la bellezza è di due tipi: esteriore e interiore. Secondo gli hadìth attendibili e mutiwatir[i], alcuni dei fattori della bellezza interiore sono: pazienza e sopportazione, dignità e tranquillità, wara' e taqwa (timore reverenziale)[ii], ecc.Inoltre negli hadìth sono stati elencati molti altri fattori che donano luminosità ...

Le più visitate

Links